Confindustria, Forza Italia Bergamo: “Solidarietà doverosa, ma non basta. Riemersione terrorismo possibilità seria. Scritte sui muri e minacce confermano allarme”.

Confindustria, Forza Italia Bergamo: “Solidarietà doverosa, ma non basta. Riemersione terrorismo possibilità seria. Scritte sui muri e minacce confermano allarme”.

“Il susseguirsi delle minacce al mondo dell’impresa, la scorsa settimana al Presidente di Confindustria Lombardia Marco Bonometti e ieri al Presidente di Confindustria Bergamo Stefano Scaglia, sono il frutto avvelenato di un diffuso atteggiamento anti-impresa e di accuse infondate e infamanti, che si sono susseguite negli ultimi mesi. Emblematico del clima che stiamo vivendo è il fatto che, proprio in questi giorni, sono comparse sui muri del centro di Bergamo scritte offensive e minacciose contro gli imprenditori.

Oggi la solidarietà a Stefano Scaglia e alla Confindustria è assolutamente doverosa, ma non basta, perché, in questa situazione di grave crisi economica, il rischio di una riemersione di forme di criminalità terroristica è una possibilità molto seria.

Siamo certi che le forze dell’ordine faranno, come sempre, di tutto per assicurare alla giustizia gli autori di questi reati. La politica, invece, deve tenere alta la guardia, perché sottovalutare questi rigurgiti di una sub-cultura anti-impresa sarebbe un tragico errore”.

Lo affermano i parlamentari bergamaschi di Forza Italia Gregorio Fontana, Questore della Camera, e Alessandra Gallone, commissario provinciale di Forza Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *