Taser, Lorenzi (FI): “Il solito pregiudizio ideologico della sinistra toglie una opportunità preziosa alle forze di polizia della Città di Bergamo”

Taser, Lorenzi (FI): “Il solito pregiudizio ideologico della sinistra toglie una opportunità preziosa alle forze di polizia della Città di Bergamo”

Enzo Lorenzi, vice vicario provinciale di Forza Italia Bergamo e responsabile del Dipartimento Sicurezza di FI Lombardia, interviene in merito alla decisione del comune di Bergamo, ribadita oggi dall’assessore Sergio Gandi, di non adottare il Taser in dotazione alle forze di polizia locale:

 “L’utilizzo del Taser, introdotto in Italia da un emendamento di Forza italia del deputato bergamasco Gregorio Fontana, contribuisce sia a ridurre i rischi per l’incolumità personale degli agenti sia a ridimensionare drasticamente il numero delle vittime nelle operazioni di pubblica sicurezza, come dimostra, del resto, l’esperienza di molti Paesi avanzati, dagli Stati Uniti al Regno Unito, dalla Francia alla Svizzera, ecc..

Come ricordato anche segretario del Sindacato Autonomo di Polizia le persone che per legge devono essere fermate nella stragrande maggioranza dei casi (circa 14 volte su 15) alla sola vista del taser desistono dai loro intenti violenti.

A Bergamo, pur di non cogliere questa opportunità, la sinistra opta per i bastoni distanziatori, una decisione frutto di una scelta dettata solo da considerazioni politiche, da un pregiudizio ideologico, e non di attenzione verso gli operatori delle forze dell’ordine e dei cittadini. Forza Italia si attiverà in tutte le sedi opportune per consentire di rivedere questa scelta, nella direzione della tutela della sicurezza dei cittadini.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *